Caffè 30 e lode

Il progetto "Caffè 30 e lode", realizzato per la partecipazione al concorso Fuori Fuoco Moak 2016, si concentra sul binomio caffè-studente. Specialmente in ambito universitario, per molti, il caffè diventa un vero e proprio compagno di studi: chi lo beve per staccare la spina, chi invece per tenersi attivo e concentrato. Alcuni ragazzi per rimanere svegli la notte preparano quello che tra le aule è conosciuto da tutti come “Caffè dello studente”, realizzato riempendo la moka con dell’altro caffè al posto dell’acqua.

Confrontandomi con amici e con altre persone che si sono interessate al mio progetto sono riuscito a raccogliere qualche testimonianza in merito al loro rapporto con il caffè. Alcune persone tra quelle con le quali mi sono relazionato mi hanno raccontato che hanno iniziato a consumarlo proprio per via dello studio, per avere quella carica in più che gli permette di arrivare a sera concentrati o di affrontare i libri nei momenti più impensabili della giornata. Altri invece interpretano il caffè come un momento conviviale, una piacevole pausa tra una lezione e un’altra, approfittando di un piccolo ritaglio di tempo per fare quattro chiacchiere con gli amici.

In questa mini-storia di 3 fotografie realizzata insieme a Davide - amico e studente universitario - ho voluto rappresentare in modo quasi intimo il suo rapporto con il caffè durante una classica serata di studio.
photographer
Alvise Busetto
year
2016
CONDIVIDI